Home

 

CHI SIAMO

Orobian Pipe BandL’Orobian Pipe Band è una banda di cornamuse e percussioni scozzesi nata nel 2010 sul territorio bergamasco dall’incontro di un gruppo di amici, riunitisi attorno alla comune passione per la musica tradizionale e per la cultura scozzese. Ha esordito ufficialmente durante il primo raduno internazionale di bande di cornamuse “Bergamo on Pipes” nel settembre dello stesso anno.

 

Il gruppo conta numerose esibizioni sul territorio italiano ed estero, oltre ad alcune apparizioni su palchi con artisti di notorietà internazionale quali i Chieftains, i Red Hot Chilli Pipers, Anxo Lorenzo, i Lyradanz e Lindsey Stirling.

 

 

Orobian Pipe Band, cornamuse e percussioni scozzesiIl motto che si legge all’interno del Crest (logo) recita: “Sóta la sènder, brasca”, che in dialetto bergamasco vuol dire “sotto la cenere, brace”.

 

E’ un verso tratto da un’opera del poeta dialettale Giacinto Gambirasio che ben descrive il carattere proprio dei bergamaschi:

 

 

“Caràter de la rassa bergamasca: fiàma de rar, sóta la sènder brasca.”

 

Ovvero:

 

“Carattere della gente bergamasca: s’infiamma raramente, ma sotto la cenere cova la brace.”

 

LA DIVISA

Il tartan adottato, il “National Millennium”, vuole essere un simbolo di fratellanza tra il nostro territorio e la Scozia: racchiude infatti i colori istituzionali della città e della Provincia di Bergamo, uniti al bianco e al blu della bandiera scozzese.

 

La base verde simboleggia sia le nostre montagne, le Orobie dalle quali prende il nome la banda, sia le Highlands scozzesi.

 

PICCOLO ANEDDOTO

Il nostro motto “Sóta la sènder, brasca”, unitamente al logo della banda, ha tratto ispirazione da un epico viaggio in Scozia fatto da quattro dei nostri eroi nell’aprile del 2010 per la scelta del tartan e delle altre componenti della divisa dell’allora nascente banda. I “poveretti” rimasero bloccati nella terra degli highlanders a causa della nube di cenere che il vulcano islandese Eyjafjallajökull volle donarci come segno di benedizione per la nascita della pipe band, una nube che paralizzò l’intero traffico aereo europeo per oltre una settimana. La cosa costrinse i nostri a soggiornare in Scozia per una settimana in più rispetto a quanto previsto inizialmente, con evidente loro “grande rammarico”!